Dalle Costituzioni Vocazioniste

La nostra vocazione e missione nella Chiesa

“… I Vocazionisti …

intendono vivere alla sequela di Cristo Redentore scegliendo la sua forma di vita casta, povera e ubbidiente,

e hanno come loro primo dovere quello di essere con Lui” (Art. 1)


Finalità

Don Giustino e il Vocazionario

“La Società Divine Vocazioni come suo fine speciale intende rivolgere e portare i suoi figli, e per essi tutte le anime, alla perfetta Unione con le Divine Persone…” (Art. 2).

“Nella Chiesa abbraccia, come sua missione particolare, la ricerca e formazione delle vocazioni ai ministeri ordinati e alla vita consacrata, specialmente tra i meno abbienti attraverso l’opera sua caratteristica: il Vocazionario” (Art 5).

“Atraverso questo carisma ricevuto dal Signore, intende servire la Chiesa nella diocesi, favorendo le vocazioni locali sia per il clero diocesano sia per la vita religiosa” (Art 6).

“Imitando la misericordia del Buon Pastore, tende alla riabilitazione nel divino amore di quanti hanno abbandonato il sacerdozio e la vita consacrata” (Art.7).


Spiritualità

“La Santa Chiesa, la Santa Famiglia e la Divina Trinità sono centro e asse della Società Divine Vocazioni. Il vocazionista lavora nella Chiesa, con la Chiesa e per la Chiesa, e imita la Santa Famiglia nelle relazioni di anima-figlia, anima-sposa, anima-madre di Dio Trinità” (Art. 8).

“Lo spirito del vocazionista verso il Signore Dio è quello di una vivente immagine e somiglianza di Lui e di una personale relazione di amore con Lui, mediante la docilità alle ispirazioni divine controllate e approvate dalla Chiesa” (Art.9).

“Verso il prossimo è quello del servo umile, fedele e affezionato che, in ogni ministero, si fa tutto a tutti, vivendo l’insieme delle note del buon servo, sparse nella Rivelazione del Vecchio e nuovo Testamento…”(Art. 10).

“Verso se stesso è quello della quotidiana conversione al vangelo, nel silenzio di tutto il suo essere e nella multiforme oblazione di sé al Signore…”(Art. 11)


Il Vocazionario

Apostolo delle vocazioni. I fedelissimi

Il Vocazionario è l’opera più caratteristica e il campo più speciale della Congregazione” (Art.12).

“In esso si accolgono e si educano – gratuitamente – nella pietà e nello studio quanti mostrano segni di vocazione e non sono ancora ben orientati verso il seminario o un particolare istituto di vita consacrata”(Art. 13).

“In spirito di servizio alla Chiesa particolare, quando è richiesto dal Vescovo diocesano, esso può fare le veci del Seminario” (Art. 14).

“Il Vocazionario deve essere in perenne relazione di vicendevole alimento e incremento con i campi d’azione della Congregazione: Parrocchie, Istituti e Missioni” (Art. 15)

Hits: 10984

Permalink link a questo articolo: https://www.vocationist.net/costituzioni/

VOCAZIONISTI
Translate »