La rosa presso il ciborio

Don Giustino nei suoi innumerevoli scritti ci ha lasciato sprazzi di alta poesia come in questo brano. Lui ci ha insegnato a mettere una rosa a guardia del tabernacolo perché sia il simbolo del rapporto sponsale di ogni anima con Dio. I Vocazionisti oggi continuano questa pratica diventata parte della spiritualità vocazionista.

Presso il ciborio languisce una rosa desiderosa

sfogliarsi in amor!

E in quella rosa c’è l’anima sposa

che in un suo divino tormento d’amor

vicino vicino a Gesù sta cuore a cuor!

Presso il ciborio una lampada splende

e in quella lampada c’è l’intima vampa d’amore del mio cor…

Presso il ciborio vapora l’incenso con un intenso profumo …

Vedo l’altare! L’avvolge una nube ….

vedo il ciborio recinto di fiamme

come sull’Oreb, come sul Tabor!