Il Vocazionario

“Il Vocazionario”, come don Giustino scrive nelle Costituzioni,  “è una comunità religiosa  dove in spirito di preghiera e studio, si educano gratuitamente coloro che desiderano diventare religiosi e sacerdoti, ma non sono ancora orientati verso una particolare istituto religioso o una diocesi” (Costituzioni art. 14).

Dunque il Vocazionista nella sua attività quotidiana, in parrocchie, scuole e missioni, nell’esercizio del suo ministero darà una particolare dimensione vocazionale, mentre si sforza di suscitare, coltivare giovani che si sentono chiamati a seguire il Signore come sacerdoti e religiosi.

Nel Vocazionario i candidati studiano e pregano e discernono prima di tutto la autenticità della loro vocazione, sotto la guida dei Padri Vocazionisti. Allo stesso tempo sono introdotti a una conoscenza adeguata della vita di servizio nel sacerdozio e nella vita religiosa.

Coloro che  continuano a mostrare segni della chiamata divina mentre vivono nel Vocazionario hanno un’opportunità di sperimentare più in dettaglio al ministero sacerdotale e servizio delle varie congregazioni religiose nella Chiesa. Quando il candidato ha raggiunto  la sua decisione finale si continua con il formale processo di presentazione ad un ordine diocesano o a una diocesi, o se decide di essere vocazionista si procede con l’applicazione al postulantato e noviziato.

 

Immagini del Vocazionario “Deus Charitas” di Pianura (Napoli), la Casa Madre della Congregazione dei Vocazionisti.

Potrebbero interessarti anche...